Beetle Saturn è un core per Retroarch derivato dall’emulatore Mednafen (https://www.mednafen-it.org) è attualmente uno dei migliori nel panorama dell’emulazione Sega Saturn e dispone di un ottima compatibilità.
Essendo Mednafen un emulatore a riga di comando, privo quindi di qualsivoglia interfaccia, utilizzare il suo core Retroarch si rivela un ottima scelta.

Dati utili su Beetle Saturn

Sistemi Emulati: Sega Saturn;
ROM: Il formato consigliato per i titoli Saturn è .cue/.bin, sono supportati anche .toc .m3u .ccd .chd;
BIOS: obbligatorio Sega Saturn (vedi sezione BIOS);
Documentazione ufficiale -> link;
Maggiori Informazioni:
Romset completo Sega Saturn -> link;
BIOS pack (tra cui sono presenti anche i file sopra citati) -> link;


Questa guida tratta solamente la corretta installazione e configurazione del core in versione Retroarch su sistema operativo Windows, la sua integrazione col frontend Hyperspin per verrà trattata nell’apposita sezione Hyperspin

Guida all’uso

Prima di iniziare, se hai intenzione di integrare questo emulatore in Hyperspin ti consiglio di utilizzare direttamente Mednafen senza passare dalla sua variante “core”.

Se ancora non possedete Retroarch date prima una lettura alla nostra guida base su come installare e configurare Retroarch.

Download del core Beetle Saturn

Avviamo Retroarch e giunti al menù principale selezioniamo “Carica core” e successivamente “Scarica core” per accedere alla lista completa dei core disponibili per la vostra piattaforma.

La lista è in ordine alfabetico quindi muoviamoci alla voce “Sega – Saturn (Beetle Saturn)” e selezioniamola, Retroarch scaricherà e installerà automaticamente i file necessari.

Attenzione al BIOS!

Una volta scaricato il core è importante sapere che “Beetle Saturn” richiede la presenza dei file BIOS originali Sega Saturn nella cartella system di Retroarch, essi sono infatti file protetti da copyright Sega e non possono essere inclusi direttamente nel core, dovrete quindi procurarveli da voi.

Il core richiederà il file “sega_101.bin” per avviare i giochi JAP ed il file “mpr-17933.bin” per i giochi US e EUR.
Fonte –> Libretrodocs di Beetle Saturn;

Riepilogo BIOS richiesti:
System/sega_101.bin (Sega Saturn JAP bios);
System/mpr-17933.bin (Sega Saturn USA/EUR bios);

E’ importante che i file siamo nominati correttamente e posizionati nella cartella system di Retroarch, in caso contrario non riuscirete ad avviare nessun titolo!

Passiamo ai giochi

Ora che abbiamo scaricato il core e aggiunto i file BIOS necessari procediamo con l’aggiunta dei giochi a Retroarch.

Formati supportati da Beetle Saturn

Beetle Saturn permette il caricamento di giochi in formato .cue .toc .m3u .ccd .chd tuttavia per una maggiore compatibilità anche verso altri emulatori che potreste usare in futuro è consigliato mantenere i vostri titoli in formato .bin e .cue.

Saturn cue file
Esempio di file cue aperto con Notepad

Il file .cue non contiene dati ma solamente le informazioni essenziali per caricare correttamente il gioco come il nome del file .bin e le eventuali tracce audio presenti, ricordate quindi che se rinominate il file .bin dovrete aprire il relativo file .cue con il blocco note e modificare la scritta compresa tra le parola FILE e BINARY con il nome corretto altrimenti il gioco non funzionerà mai.

I titoli Sega Saturn si presentano sottoforma di file immagine disco, solitamente composti da un file .cue e svariati altri elementi .bin o altre tracce audio di varia natura.
Beetle Saturn è abbastanza esigente in questi termini e richiede che tali file immagine siano perfettamente compilati in caso contrario il gioco si rifiuterà di partire.

E’ probabile che alcuni giochi della vostra libreria si rifiutino di avviarsi ponendovi di fronte ad una schermata nera o al BIOS della console.
In tal caso (una volta accertato di possedere tutti i BIOS necessari) dovrete provvedere a procurarvi una nuova immagine disco del gioco preferibilmente composta da un file .cue e uno o più file .bin, o provare ad utilizzare un altro emulatore come ad esempio SSF che in alcuni casi si rivela meno esigente su tal fronte.

Aggiunta dei giochi

Retroarch scansione

Nel menù principale spostiamoci tutto a destra sul simbolo + e selezioniamo “Scansione della directory” quindi andate a selezionare la cartella contenente tutti i vostri giochi Sega Saturn e selezionato la voce “< effettua la scansione di questa directory >”, Retroarch inizierà a scansionare i titoli presenti e a fine lavoro ve li proporrà in un nuovo comodo menù contrassegnato da simbolo del classico pad Saturn.

Potete ricorrere anche alla creazione di una playlist personalizzata per avere più controllo sulla situazione.
Per maggiori informazioni leggi la guida alla creazione di Playlist personalizzate con Retroarch.

Avviare i giochi Sega Saturn

Spostiamoci allora sul nuovo menù appena creato contenente tutti i nostri titoli Saturn, scegliamo un gioco e selezioniamo “Avvia”.

Avviando un titolo per la prima volta vi verrà chiesto di confermare con quale core avviare il suddetto gioco, scegliete “Beetle Saturn” e selezionate nuovamente “Avvia” per avviare il gioco.

Se il gioco non si avvia o appare un messaggio di errore è probabile che non siate in possesso dei file bios necessari al suo funzionamento.

può accadere che un gioco non sia stato riconosciuto dalla scansione di Retroarch e non appaia tra i titoli disponibili, in questo caso è molto probabile che il vostro file immagine disco non sia compilato correttamente e dovrete necessariamente procurarvene una nuova copia.

Menù delle opzioni

Beetle Saturn Option panel

Una volta avviato il gioco premete il tasto F1 (nel caso non abbiate cambiato il tasto assegnato) e selezionate “Opzioni”, qui troverete le impostazioni del core che vi permetteranno di adattare il gioco alle vostre esigenze.

Beetle Saturn non dispone di molte opzioni rilevanti, Lasciamo le voci System Region e Cartridge impostate su “Auto Detect”, abilitando “6 Player adaptor” potremmo collegare fino a 6 giocatori rispettivamente sulla porta 1 o 2 della consol.

“Analog Deadzone, Trigger Deadzone e Mouse sensitivity” permettono di regolare a nostro piacimento la sensibilità del pad, mentre le voci “Gun crosshair e Gun Input mode” fanno riferimento all’uso delle lightgun.

Troviamo poi “CD Image cache (restart)” obbligherà l’emulatore a caricare completamente tutti i dati di gioco all’avvio, aumentando quindi il tempo richiesto dal caricamento iniziale ma rendendo i successivo caricamenti più snelli e veloci, infine “BIOS language” imposterà la lingua della vostra console.

2 pensieri riguardo “Beetle Saturn – Emulare il Sega Saturn con Retroarch

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *