Guida all’uso di Redream – Emulatore Dreamcast

Copertina Redream

Redream – Guida all’uso

Questa guida tratta solamente la corretta installazione e configurazione dell’emulatore redream su sistema operativo Windows, la sua integrazione col frontend Hyperspin sarà stata trattata nell’apposita sezione Hyperspin;

Download di Redream

Dirigiamoci al sito ufficiale www.redream.io e clicchiamo sul pulsante blu “get for desktop” per accedere alla pagina di download.

Qui abbiamo subito tre scelte,
la prima che ci viene proposta consiste nell’acquistare la versione Premium al costo di 5$ e vi garantirà accesso possibilità di personalizzare la risoluzione dei giochi spingendoli per esempio in FullHD migliorandone notevolmente la resa grafica.
Seconda scelta è scaricare invece la versione gratuita “Stable Realease” che non ha alcuna differenza in termini di compatibilità o prestazioni rispetto alla premium, o ancora scaricare le versioni “Development Release” cioè aggiornate costantemente dagli sviluppatori e messe a disposizione degli utenti che volessero testarle.

Qualunque sia la vostra scelta (personalmente prendo sempre le versioni development) cliccate sull’icona della bandierina di Windows per scaricare la relativa versione per il sistema operativo Microsoft.

Vi troverete un file .zip, estraete il contenuto direttamente nella cartella che andrà ad ospitare il vostro emulatore, avviate quindi il file “redream.exe” per avviare il programma, non c’è bisogno di installare nulla e l’emulatore si avvierà all’istante.

Primo avvio di Redream

Redream è un emulatore di facile utilizzo, non necessità di BIOS esterni inoltre l’interfaccia semplice e le poche impostazioni lo rendono un programma alla portata di tutti.
Una pratica Libreria raccoglierà tutti i giochi Dreamcast che possedete e sarà possibile avviarli con un semplice click.

Una volta avviato redream vi verrà presentata questa finestra

Redream primo avvio

Il messaggio vi avverte che nella vostra libreria non è presente nessun gioco, cosa ovvia dato che è la prima volta che lo avviate!

Cliccate sul pulsante “Go to library” per accedere alla vostra libreria personale.

redream Library

Il programma vi proporrà una rapida selezione di cartelle in cui potrebbero risiedere i vostri titoli Dreamcast, nel caso la vostra cartella non sia elencata vi basterà cliccare su “Add Directory” e selezionare il percorso da voi scelto.

Ad esempio per scegliere la cartella mostrata nell’immagine basterà selezionare “Add Directory” e successivamente Il disco e, poi la cartella “Hyperspin“, poi ancora la cartella “Emulators” e così via…

Infine una volta giunti alla vostra cartella cliccate sulla riga blu recante la scritta “Add *Nome della vostra cartella* to Library” per aggiungere i giochi ivi presenti alla vostra libreria.

Redream supporta file in formato .cdi .gdi .bin/.cue e .chd, tuttavia non tutte le immagini disco sono state create allo stesso modo e potrebbero non venir riconosciute.
E’ consigliabile quindi conservare i file in formato .cdi o .chd

Guida a redream: Impostazioni varie

Comandi

Redream non possiede molte impostazioni ma è utile dare uno sguardo ai suoi menù.

Redream Input

Il menù “Input” permette di configurare i controlli, possiamo notare la presenza delle classiche quattro porte per i gamepad Dreamcast e ad ognuna di esse è assegnata una periferica del vostro computer.

Redream Input 2

Vi basterà cliccare sulla porta del vostro giocatore e alla voce “Input Device” selezionare la tastiera o il controller che volete usare per giocare.
Solitamente Readream configurerà automaticamente ogni tasto ma se volete fare delle modifiche ai tasti assegnati vi basterà cliccare su “Customize binds” per accedere al pannello dei comandi e modificare a piacimento le impostazioni dei comandi.

Video

Readream Video

In “Video” possiamo decidere se avviare Redream in finestra o a Schermo intero (Windows Mode) e regolare la risoluzione (Windows Size) e l’aspect Ratio (Generalmente 16:9 per gli schermi moderni).
Troviamo anche opzioni avanzate quali il contatore degli FPS a schermo.

Variando la voce “Polygon sort accuracy” si potranno avere prestazioni migliori, generalmente “per-strip” risulta emulazione più veloce e leggera da eseguire ma meno precisa. a voi la scelta.

System

Redream System

Infine nel menù “System” possiamo cambiare la regione della console, la lingua predefinita (ovviamente sempre se tale lingua è presente nel gioco) il formato del video (pal è tipicamente europeo mentre ntsc è prevalentemente Americano/Giapponese) e addirittura simulare che tipologia di cavo è collegato alla console.

Due parole sul BIOS

Redream non richiede nessun file BIOS e può avviare i giochi senza bisogno di aggiungere nessun altro file a quelli già presenti.
Tuttavia se proprio lo volete potete rinominare il vostro file BIOS “boot.bin” e copiarlo direttamente nella cartella principale dell’emulaltore.

Questo farà piacere ai più nostalgici che potranno nuovamente vedere l’animazione del BIOS del Sega Dreamcast prima dell’avvio del gioco.

Per finire

redream WinCE

Allo stato attuale Redream non supporta i titoli basati su Windows CE (sistema operativo di casa microsoft supportato da Sega Dreamcast) motivo per cui alcuni dei vostri giochi in libreria appariranno con una scritta bianca “WINCE NOT SUPPORTED”.
Attualmente non esiste soluzione e solo un futuro sviluppo dell’emulatore potrà portare al funzionamento dei rimanenti giochi, gli unici emulatori che supportano WinCE allo stato attuale sono DEmul e Flycast.

Related

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here