Kronos è un emulatore per console Sega Saturn e Sega ST-V derivato dall’emulatore Yabasanshiro (anche noto come uoYabasue), rispetto all’originale ne aggiunge la possibilità di eseguire i giochi Sega ST-V.
E’ disponibile sia in versione classica sia in versione core su Retroarch.

Anche se la quantità di titoli ST-V giocabili è inferiore rispetto al MAME l’esecuzione dei giochi è nettamente più leggera e fluida e risulta per questo motivo un ottimo software, inoltre la possibilità, unica tra gli emulatori Sega ST-V attuali, di attivare filtri grafici per aumentare il livello del dettaglio lo rende un emulatore di tutto rispetto.

Dati utili su Kronos

Sistemi Emulati: Sega Saturn/Sega ST-V;
ROM: Il formato consigliato per i titoli Saturn è .cue/.bin, per le rom ST-V .zip (standard MAME), sono supportati anche .iso .mds .ccd .chd;
BIOS: obbligatorio sia per Saturn che per ST-V (vedi sezione BIOS);
Documentazione ufficiale -> Non presente su libretrodocs;
Maggiori Informazioni:
Romset completo Sega Saturn -> link;
BIOS pack (tra cui sono presenti anche i file sopra citati) -> link;
Romset MAME (comprende Sega ST-V) -> ROM e BIOS , CHD;
Hyperspin Pack by Ghostlord (tra cui le rom) Sega ST-V -> link;


Questa guida tratta solamente la corretta installazione e configurazione di kronos in versione Retroarch su sistema operativo Windows.
La versione “classica di kronos è altrettanto valida ma più complicata e difficile da padroneggiare motivo per cui in questa guida utilizzeremo la versione Retroarch.

Ogni eventuale guida sulla sua integrazione in Hyperspin sarà trattata a tempo debito in sezione Hyperspin;

Guida all’uso

Se ancora non possedete Retroarch date prima una lettura alla nostra guida base su come installare e configurare Retroarch.

Download del core Kronos

Avviamo Retroarch e giunti al menù principale selezioniamo “Carica core” e successivamente “Scarica core” per accedere alla lista completa dei core disponibili per la vostra piattaforma.

La lista è in ordine alfabetico quindi muoviamoci alla voce “Sega – Saturn/ST-V (Kronos)” e selezioniamola, Retroarch scaricherà e installerà automaticamente i file necessari.

Attenzione al BIOS!

Una volta scaricato il core è importante sapere che kronos richiede la presenza dei file BIOS originali Sega Saturn nella cartella system di Retroarch, Il core caricherà in sequenza uno di questi file BIOS e se non presente passerà al successivo:
system/kronos/saturn_bios.bin
system/saturn_bios.bin
system/sega_101.bin (giochi JAP)
system/mpr-17933.bin (giochi USA/EUR)

Mentre per i titoli Sega ST-V il core andrà a ricerca il file “stvbios.zip”, esattamente la stessa versione proveniente dal MAME
Tali file sono protetti da copyright Sega e non possono essere inclusi direttamente nel core, dovrete quindi procurarveli da voi.

Riepilogo BIOS richiesti:
System/kronos/saturn_bios.bin (Sega Saturn BIOS);
System/kronos/stvbios.zip (Sega ST-V BIOS);
se non presenti verranno cercati e caricati i seguenti file

System/saturn_bios.bin
System/sega_101.bin (giochi JAP)
System/mpr-17933.bin (giochi USA/EUR)

E’ importante che i file siamo nominati correttamente e posizionati nella cartella system di Retroarch, in caso contrario non riuscirete ad avviare nessun titolo!

Formati supportati da Kronos

Sega Saturn

Il formato consigliato per conservare i titoli Sega Saturn per evitare errori di compatibilità (vale per qualsiasi emulatore saturn) è .cue/.bin, estensioni perfettamente compatibili con Kronos sia esso versione classica o Retroarch.

Saturn cue file
esempio di file .cue

Il file .cue non contiene dati ma solamente le informazioni essenziali per caricare correttamente il gioco come il nome del file .bin e le eventuali tracce audio presenti, ricordate quindi che se rinominate il file .bin dovrete aprire il relativo file .cue con il blocco note e modificare la scritta compresa tra le parola FILE e BINARY con il nome corretto altrimenti il gioco non funzionerà mai.

I titoli Sega Saturn si presentano sottoforma di file immagine disco, solitamente composti da un file .cue e svariati altri elementi .bin o altre tracce audio di varia natura, è importante che tali file immagine siano perfettamente compilati in caso contrario il gioco si rifiuterà di partire.

E’ probabile che alcuni giochi della vostra libreria si rifiutino di avviarsi ponendovi di fronte ad una schermata nera o al BIOS della console.
In tal caso (una volta accertato di possedere tutti i BIOS necessari) dovrete provvedere a procurarvi una nuova immagine disco del gioco preferibilmente composta da un file .cue e uno o più file .bin, o provare ad utilizzare un altro emulatore come ad esempio SSF che in alcuni casi si rivela meno esigente su tal fronte.

E’ tuttavia possibili caricare giochi in formato .iso .mds e .ccd.

Sega ST-V

I titoli Sega ST-V utilizzano il formato MAME e saranno quindi .zip .7z o in formato .chd.
Si tratta in ogni caso degli stessi file rom che utilizzate con il MAME.

Aggiunta dei giochi a Retroarch

Retroarch scansione

Nel menù principale spostiamoci tutto a destra sul simbolo + e selezioniamo “Scansione della directory” quindi andate a selezionare la cartella contenente tutti i vostri giochi Sega Saturn e selezionato la voce “< effettua la scansione di questa directory >”, Retroarch inizierà a scansionare i titoli presenti e a fine lavoro ve li proporrà in un nuovo comodo menù contrassegnato da simbolo del classico pad Saturn.

Giochi Sega ST-V

I titoli Sega ST-V anche se scansionati con il metodo descritto poco fa’ non appariranno in un menù a parte come per il saturn e anzi non verranno nemmeno apparentemente riconosciuti da retroarch.
basterà caricare manualmente il gioco in questione tramite “menù principale > carica contenuto”.

Potete ricorrere alla creazione di una playlist personalizzata per trovare tutti i vostri giochi Saturn e ST-V comodamente nel menù principale.
Per maggiori informazioni leggi la guida alla creazione di Playlist personalizzate con Retroarch.

Avviare i giochi Sega Saturn

Kronos offre interessanti opzioni per aumentare la resa grafica dei giochi, per accedere al menù per configurare il core è necessario prima di tutto avviare un gioco.
Spostiamoci quindi sul nuovo menù appena creato contenente tutti i nostri titoli Saturn, scegliamo un gioco e selezioniamo “Avvia”.

Avviando un titolo per la prima volta vi verrà chiesto di confermare con quale core avviare il suddetto gioco, scegliete “Kronos” e selezionate nuovamente “Avvia” per avviare il gioco.

Se il gioco non si avvia o appare un messaggio di errore è probabile che non siate in possesso dei file bios necessari al suo funzionamento.

può accadere che un gioco non sia stato riconosciuto dalla scansione di Retroarch e non appaia tra i titoli disponibili, in questo caso è molto probabile che il vostro file immagine disco non sia compilato correttamente e dovrete necessariamente procurarvene una nuova copia.

Avviare i giochi Sega ST-V

Se avete aggiunto i giochi ST-V ad una voce personalizzata sul menù l’avvio sarà tale e quale ai giochi Saturn.

Viceversa dovrete caricare manualmente le rom tramite il comando “Carica contenuto” presente nel menù principale (appena sotto i comandi per caricare i core).

Opzioni interessanti di kronos

Se avviate quel titolo per la prima volta vi verrà chiesto di confermare con quale core avviare il suddetto gioco, scegliete “Kronos” e selezionate nuovamente “Avvia”.

Una volta avviato il gioco premete “F1” (nel caso non abbiate cambiato il tasto assegnato) e selezionate “Opzioni”, qui troverete le impostazioni del core che vi permetteranno di adattare il gioco alle vostre esigenze.

Lasciate pure “Video Format”, “Frame Skipping” e “SH-2 CPU core” con i valori di default.

OpenGL version” e “Video renderer” andranno settati sul più alto valore possibile consentito dal vostro hardware, se riscontrate gravi problemi di esecuzione significa che dovete abbassare questi valori.

“Share save with Beetle” consente di condividere e utilizzare i salvataggi con l’altro core retroarch “Beetle Saturn”;

“Internal resolution” consentirà di renderizzare l’immagine ad una risoluzione diversa migliorandone la qualità, e riducendo le prestazioni.

settate “Poligon Mode” su gpu_tessellation per risolvere eventuali problemi di visualizzazione delle texture.

“Improve Mesh” e “RGB Compute Shaders” andranno ad applicare dei filtri che miglioreranno la qualità dell’immagine.

Infine “ST-V service/Test button” serve solamente per accedere al menù dei testi per i soli giochi Sega ST-V.

Tipologia di pad

NOTA: dalla versione 2.1.1 del core i comandi sono stati unificati e la scelta dei controller ricade solamente tra “Saturn Pad” e “Saturn 3D Pad”, se state utilizzando una vecchia versione (cosa sconsigliata) o siete solamente curiosi continuate pure a leggere.

Kronos permette di emulare tutti i pad esistenti per il Sega Saturn e ovviamente anche i controlli arcade del Sega ST-V.

Questo può provocare qualche grattacapo dato che i giochi ST-V non funzioneranno se il core è impostato per emulare un pad saturn e viceversa.

Retroarch però ci viene incontro con il menù rapido in-game.
Premendo F1 durante il gioco, selezioniamo la voce “Controlli” quindi “Port 1 controls” (o port 2 se vi serve sul secondo giocatore).

Qui agendo sulla prima voce “Tipo di dispositivo” possiamo cambiare il tipo di controller connesso alla console,  vi basterà selezionare alla riga “Utente 1 Tipo dispositivo” (o utente due se lo volete fare per il giocatore 2) il controller giusto.

Selezionate quindi la voce “Salva il file di remap del gioco” per utilizzare quelle impostazioni solamente con il gioco attualmente in uso.
Una soluzione semplice ed efficace.

Possibili Problemi:

Questa sezione del sito può crescere grazie al tuo contributo! se riscontri un problema non presente in questa lista non esitare a contattarci all’indirizzo mail : problemi@robadapixel.it

Problema 1:

Ho avviato il gioco ma lo schermo si presenta totalmente nero e l’immagine appare sottoforma di sporadici flash

Innanzitutto prova a riavviare retroarch, quindi se hai cambiato qualche impostazione nel core prima che si presentasse il problema ripristina i valori di default.
Dal menù principale di retroarch inoltre vai su “Impostazioni > Driver > Driver Video” e seleziona “Vulkan” che tra i driver elencati è quello più recente e da il meglio di se con i core più esigenti.

Un pensiero riguardo “Guida all’uso di Kronos – emuliamo il Sega Saturn/ST-V con Retroarch!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *