PPSSPP è un ottimo emulatore per Sony PSP, Creato da Henrik Rydgård co-fondatore del progetto Dolphin e compatibile ormai con più del 90% dei titoli, scopri con questa guida come aggiungere PPSSPP a RocketLauncher pronto per essere utilizzato con Hyperspin, LaunchBox o qualsiasi frontend utilizzi RocketLauncher!

RocketLauncher si interfaccia perfettamente con Hyperspin, LaunchBox e molti altri frontend presenti in rete, questo tutorial perciò è da ritenersi valido per Hyperspin, Launchbox, BigBox e tutti i frontend compatibili!

Ricordo a tutti i lettori che questa guida tratta solamente la corretta integrazione dell’emulatore al frontend, la corretta installazione e gestione di PPSSPP è stata trattata qui –> QUI;

Avviso ai soli utenti LaunchBox!
Se non avete ancora aggiunto RocketLauncher al vostro frontend allora questo tutorial non fa’ per voi!
Se siete interessanti all’argomento seguite la mia guida:
Aggiungere RocketLauncher a LaunchBox;
Non ve ne pentirete!

Preparazione

Questa guida presuppone che possediate già una copia di PPSSPP installata e configurata sul vostro computer, se così non fosse seguite prima la guida all’uso di PPSSPP presente sul sito.

Aggiunta del sistema ad Hyperspin

Solamente per utenti Hyperspin, se utilizzate LaunchBox passate direttamente a “Aggiunta del database Game Boy Advance”

Apriamo RocketLauncher cliccando sul file “RocketlauncherUI.exe” e premiamo il simbolo + verde in alto a sinistra per aggiungere il nuovo sistema e inseriamo Sony PSP nel campo Name e clicchiamo ripetutamente su “Next” e successivamente su “Yes” per terminare la procedura guidata.
Così facendo il sistema creerà automaticamente tutti i file e le cartelle necessarie.

RUI PSP add system

Facendo attenzione di aver selezionato il nuovo sistema dalla barra di sinistra, spostiamoci nella scheda “Emulators” e clicchiamo sul simbolo + verde per aggiungere un nuovo emulatore, se siete indecisi sul simbolo da premere stazionate sul’icona per qualche secondo e noterete la scritta “Add new emulators” per procedere con l’aggiunta di PPSSPP ad Hyperspin.

Aggiunta del database Game Boy

LaunchBox

Gli utenti LaunchBox dovranno affidarsi al menù “Strumenti > Importa > ROM Files” per importare le ROM necessarie a PPSSPP nel frontend che creerà automaticamente il sistema e il database dei giochi necessario a RocketLauncher per funzionare.

Hyperspin

Dobbiamo ora aggiungere il file di database dei giochi che attualmente risulta completamente vuoto.
Dirigiamoci quindi su http://hyperlist.hyperspin-fe.com/ e alla riga “Sony PSP” clicchiamo l’icona arancione con la scritta XML per scaricare il database e copiamolo quindi dentro l’omonima cartella dentro “Database”.
La struttura delle cartelle sarà la seguente:
“Frontend -> Databases -> Sony PSP -> Sony PSP.xml”.

Configurazione dell’emulatore

RUI PSP add emu

Inseriamo “PPSSPP” nel campo name magari seguito dalla versione dell’emulatore in nostro possesso così da distinguerlo da altre future versioni che potremmo aggiungere in futuro, nel campo path clicchiamo sulla lente di ingrandimento e scegliamo l’eseguibile “PPSSPPWindows64.exe” dentro la cartella dell’emulatore che avete copiato precedentemente copiato in “Emulators”.
Il percorso completo dovrebbe essere indicativamente simile a questo:
“Frontend-> Emulators -> Sony PSP -> PPSSPP -> PPSSPPWindows64.exe”.

Se il vostro computer non è compatibile con i programmi a 64bit vi basterà scegliere il file “PPSSPPWindows.exe”.
Il risultato non cambia.

In Rom Extensions dovete mettere tutte le estensioni presenti nelle vostre rom PSP ovvero quelle tre lettere dopo il punto, normalmente sono file .iso oppure .cso.

Nel campo Module clicchiamo sulla lente di ingrandimento e selezioniamo il modulo appropriato dalla lista ovvero “PPSSPP.ahk”.

Confermiamo quindi quanto fatto cliccando sull’apposita icona di salvataggio.
Se avete fatto tutto correttamente noterete che l’emulatore è comparso tra gli emulatori disponibili.
Come sicuramente fatto per altri sistemi clicchiamo sul + verde a destra di “Rom Paths” e selezioniamo la cartella dove conserviamo tutti i nostri giochi PSP.
Successivamente selezioniamo la lente di ingrandimento a fianco della voce “Default Emulator” e selezioniamo quello che abbiamo appena aggiunto ovvero PPSSPP.

Abbiamo quasi finito! torniamo su RocketlauncherUI e della sezione “Games” clicchiamo sulla seconda icona (il simbolo del “Play” bianco e blu).
Dovrebbero apparire una lunga serie di righe verdi, ogni riga è un gioco correttamente riconosciuto da RocketLauncher.
Se alcune righe (o tutte) sono rosse o avete impostato la cartella rom sbagliata o semplicemente il campo “Name” del gioco contenuto dentro il file database .xml non coincide con il nome della rom o non abbiamo settato le estensioni giuste.
E’ importante infatti che le rom siano nominate correttamente o il programma non riuscirà a rilevarle!

Rapida guida sui file media

Complimenti avete configurato con successo la Sony PSP su RocketLauncher! ma per completare il lavoro potete procuravi online i file media necessari, dovrete inserire i file in queste cartelle:

Nella cartella “Hyperspin > Media > Sony PSP
“Images > Artwork” da 1 a 4 (a seconda del tema utilizzato) per le immagini delle cartucce e delle cover;
“Images > Wheel” per i le immagini contenenti i nomi dei giochi;
“Themes” per i file riguardanti i temi;
“Video” per i file .flv o .mp4 rappresentanti le anteprime dei titoli;

Inoltre dovrete procurarvi anche i file media riguardanti il menù principale:
Nella cartella “Hyperspin > Media > Main Menù
“Image > Wheel > Sony PSP.png”;
“Theme > 
 Sony PSP.zip”;
“Video > Sony PSP
.mp4”;

Se possedete una sottoscrizione Platinum ai siti di Hyperpin e Emumovies troverete facilmente i file necessari anche tramite FTP, altrimenti provate a cercare ugualmente sempre sui siti sopra indicati oppure su google digitando “Game Boy Advance Hyperspin Media pack”.

Gli utenti LaunchBox / BigBox possono sfruttare lo scraper integrato nel loro frontend per svolgere automaticamente il lavoro!

Un pensiero riguardo “Aggiungere la Sony PSP a RocketLauncher – PPSSPP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *